Archivio di March, 2013

Stormo di gru all’oasi Morelli

Sunday, March 24th, 2013

Foto scattate da Giuseppe Racca presso la nostra Oasi Dario e Laura Morelli di Madonna degli Orti il giorno 11 Marzo ore 19.

Le condizioni climatiche avverse oltre le Alpi le hanno costrette a ritornare indietro e posarsi nei pressi dell’ Oasi. Avvenimento eccezionale!

gru1 gru2

 

“Le foto le ho fatte il giorno 11 c.m. alle 19 circa sulla verticale dell’ ” Oasi Laura e Dario Morelli” in località Madonna Orti di Villafranca P. Stavo venendo via dal Bosco D. Bertrand, di cui sono curatore, e stavo facendo delle foto ai nuvoloni dei primi tre temporali; quando sento i versi caratteristici delle gru. Esse stavano arrivando in formazione a “Y” da NNE, ed erano una sessantina. Giunte sulla verticale dell’Oasi, hanno incominciato a volare in tondo, compiendo una dozzina di giri. per poi disporsi a “V” e dirigersi ad Est seguendo il corso del Po. Non è la prima volta che vedo il passaggio di questi trampolieri  nella migrazione primaverile. Il motivo, anche questa volta è stato il cattivo tempo che  ha impedito il passaggio delle Alpi, da Sud a Nord. Esse son costrette ad abbassarsi ed a deviare la loro rotta, in attesa delle condizioni favorevoli per valicare le montagne. Il motivo per cui si son messe a roteare in quel punto è dovuto all’attrazione, che ha esercitato su di esse, la piantumazione di 27.000 piantine, con quattro ampi spazi a prato, che vi occhieggiano sui circa venti ettari dell’Oasi. Quando saranno costituiti gli stagni in quegli spazi i, e portare così a compimento l’allestimento naturalistico dell’Oasi, in condizioni analoghe, sarà possibile che le gru, decidano di atterrarvi per attendere il ritorno del bel tempo. Sarebbe la miglior riconferma dell’efficacia dell’Oasi, per cui la Benemerita Laura Morelli, volle costituita la Fondazione col suo legato testamentario.”

– Beppe Racca, WWF Pinerolese

EARTH HOUR, una sfida globale per cambiare abitudini e modo di vivere

Sunday, March 17th, 2013

earth_hour_2013

Il WWF Internazionale,

indice per  Sabato 23 Marzo p.v , alle ore 20,30  ” L”ORA DELLA TERRA, la più grande mobilitazione mondiale per fermare il cambiamento climatico.
Lo scorso anno, 2 miliardi di persone , in 7 000 città ed in 152 paesi hanno spento le luci per dare un segnale concreto ai governi locali, di richiesta di cambiamento del modo di vivere. I mezzi pubblici sono stati presi d’assalto per non usare auto o mezzi inquinanti.
Ci rivolgiamo alle nostre amministrazioni comunali che diano un segnale forte in tal senso. Esempio: spegnere le luci dei negozi , delle banche, dei monumenti, dei local pubblici,i ecc. Inoltre le società di trasporto pubblico,non fare pagare il trasporto dalle ore 20,30 alle ore 21,30..
” I will if you will, Io farò se tu farai” , In Italia sono già state programmate numerose iniziative che si possono leggere sul nostro sito www.wwf.it/oradellaterra
L’Associazione WWF PInerolese / Val Varaita, chiede con cortese fermezza che si dia tutti un segnale di coerenza, specie ora che abbiamo avuto l’abbraccio fraterno dal l’eletto Papa ” FRANCESCO I ” che sappiamo tutti essere amante dell’Uomo e della Natura.
Diamo anche noi un esempio e propagandiamo questo messaggio, affinchè uniti, si cammini verso la nostra SALVEZZA:
Non possiamo continuare a chiedere ai più poveri di salvarci le foreste e la natura mondiale e in questa parte del mondo, buttare il cibo nella spazzatura perchè non lo consumiamo. E’ giunta l’Ora della Terra? E’ giunta la nostra ora!! Diamo esempi concreti facendo pressioni sui media e su chi ha il potere per dare una svolta al sistema ed al nostro modo di vivere .

Martedì Scienza 2013 a Pinerolo

Sunday, March 3rd, 2013

Martedì 05 marzo: GLI INSETTI E LA GLOBALIZZAZIONE

Dott. Giuseppe Della Beffa (entomologo, già ricercatore presso l’Istituto per le Piante da Legno e l’Ambiente)

L’uomo, fin dall’antichità, ha trasportato piante ed animali, ma gli insetti che sono gli organismi più numerosi sulla terra sono stati introdotti molto più raramente di altri animali o piante. Ultimamente con l’aumento delle comunicazioni e la globalizzazione dei mercati il numero delle specie di insetti che viene introdotto è progressivamente cresciuto: turismo, mezzi di trasporto, imballaggi e commercio internazionale di frutti, legnami, piante ornamentali, sono alcune delle cause delle nuove introduzioni. Zanzara tigre, Cinipide galligeno del castagno, Punteruolo rosso delle palme sono solo alcuni dei numerosi insetti esotici recentemente giunti in Italia.

 

Martedì 12 marzo: LE DISPERSIONI TERMICHE DEGLI EDIFICI VISTE ATTRAVERSO LA TERMOGRAFIA AD INFRAROSSI

Dott. Andrea Crocetta – Sportello Energia di Pinerolo.

Il patrimonio edilizio italiano, tranne poche e recenti eccezioni, è stato realizzato con scarsa attenzione all’efficienza energetica. Questo comporta elevati consumi di combustibili per il riscaldamento e rilevanti impatti ambientali. La termografia ad infrarossi consente di visualizzare in maniera efficace le dispersioni termiche degli edifici, fornendo immagini chiaramente leggibili anche a non specialisti.

Sarà illustrato il funzionamento e l’impiego di una termocamera ad infrarossi, con l’esecuzione di prove pratiche e la proposta di immagini scattate negli ultimi anni dagli Sportelli Energia del Pinerolese. Sanno inoltre presentati i principali interventi attuabili per porre rimedio alle criticità energetiche più diffuse nelle nostre abitazioni.

 

Martedì 09 aprile: TRASFORMARE IL PIOMBO IN ORO

Prof. Emanuele Costa – Ricercatore in Mineralogia presso il dip. di Scienze Mineralogiche e Petrologiche dell’Università di Torino

La trasmutazione alchemica è stato un miraggio inseguito per secoli da innumerevoli studiosi. Ma si tratta di un mito che ha precise origini storiche, culturali e filosofiche, e che è nato anche dalle caratteristiche uniche del più nobile dei metalli, l’oro. Nel corso della serata si affronteranno anche l’origine e la storia di questo prezioso elemento chimico.

 

Martedì 16 aprile: IL SOLE – INFLUENZA SULL’AMBIENTE TERRESTRE, STORIA E FUNZIONAMENTO DELLA NOSTRA STELLA

Marco Bruno – Circolo Pinerolese Astrofili Polaris 

Fra le innumerevoli stelle dell’Universo, una ci è così vicina da poter essere vista benissimo a occhio nudo, ed i suoi effetti sono percepibili anche attraverso la nostra pelle: il Sole. Secoli di progressi nel suo studio ci hanno permesso di scoprire molto sulla sua struttura e sulla dinamica dei gas che compongono la nostra stella. Molti sono gli aspetti non ancora sufficientemente chiariti, ma una cosa è certa: il futuro della vita sulla Terra dipende (anche) da ciò che succede all’interno del Sole.

Clicca qui per scaricare il depliant completo degli incontri