NON ABBATTETE LE TIGRI DI PINEROLO! – SAVE THE PINEROLO TIGERS!

Harbin_and_Xiongsen_2007_255

http://natgeotv.nationalgeographic.it/animal-intervention/video

Appello a tutto il mondo Facebook ed agli amici degli animali:

NON ABBATTETE LE TIGRI DI PINEROLO!

SCRIVETE SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK IL VOSTRO APPELLO!

INVIATE LA VOSTRA RICHIESTA AL MINISTERO ITALIANO DELL’ AMBIENTE E DEL MARE, AI SINDACI DI S.PIETRO VAL LEMINA E DI PINEROLO, IL C.F.S. CHE SI ERANO ATTIVATI DA CIRCA UN ANNO  ED ERANO PROSSIMI A RISOLVERE IL CASO IN COLLABORAZIONE CON IL PRESIDENTE DELL’ UNIONE ITALIANA GIARDINI ZOOLOGICI ED ACQUARI.
——————————–

A call to all the animal friends on Facebook and in the world:

HELP US SAVE THE PINEROLO TIGERS FROM BEING PUT DOWN!

LIKE THIS POST AND WRITE YOUR SUPPORT ON OUR PAGE!

SEND A NOTE TO THE ITALIAN MINISTRY FOR ENVIRONMENT AND TERRITORY AND SEA, TO THE MAYORS OR S.PIETRO VAL LEMINA AND PINEROLO, AND TO THE “CORPO FORESTALE DELLO STATO” WHICH HAS BEEN WORKING FOR A YEAR ON THE MARTINAT PARK ISSUES AND WAS CLOSE TO FINDING A SOLUTION FOR THE TIGERS AND THE OTHER ANIMALS IN COLLABORATION WITH THE ITALIAN SOCIETY FOR ZOO PARKS AND AQUARIUMS.

 

Tags: ,

2 Commenti a “NON ABBATTETE LE TIGRI DI PINEROLO! – SAVE THE PINEROLO TIGERS!”

  1. Edi Morini says:

    Esprimo alla signora Carla Agosteo Laggiard e ai suoi magnifici animali la mia piena solidarietà, sperando che possano rimanere insieme come la grande famiglia che in effetti formavano. Complimenti al WWF pinerolese per la correttezza dimostrata in questa circostanza: la vostra versione è la più veritiera. Raccapricciante invece, secondo me, l’articolo comparso oggi sulla “Stampa”, che parla male dei proprietari, probabilmente senza che chi scrive li abbia mai conosciuti. Rispetto e comprensione devono essere di rigore

  2. Carla Sigismondi says:

    Pregherei fortemente la sezione WWF pinerolese ad occuparsi delle tigri della signora Agosteo e della stessa, perchè possa continuare a prendersi cura , con l’amore di una madre come ha fatto finora, dei suoi “figli adottivi”.
    Ritengo indispensabile per la “sigora delle tigri”, come viene ora chiamata, che rimanga accanto ai suoi adorati felini ; anche per i felini stessi , che hanno in lei l’unico punto di riferimento.
    Ormai lo sbaglio è stato fatto tanti anni fa. Cerchiamo di renderlo meno traumatico per il futuro.
    Sarebbe auspicabile che il WWF, con la sua autorevolezza, si prendesse carico di patrocinare una sottoscrizione on-line per una raccolta fondi in favore della signora Agosteo e dei suoi animali.
    Penso che le persone generose esistano ancora.
    Carla Sigismondi.
    Roma