Un insetto giunto dall’ Asia minaccia i nostri castagni

L’insetto in oggetto si chiama Dryocosmus kuriphilus Yasumatsu appartenente alla famiglia dei Cynipidi. Giunto dalla Cina e come avviene ormai spesso nel mondo della globalizzazione, è stato accidentalmente introdotto da prima in Giappone, poi la Corea, negli Stati uniti sino a giungere nella provincia di Cuneo nel 2002.
Dovendo necessariamente riprodursi sfruttando le foglie dei castagni , le zone boschive interessate alla infestazione sono quelle che vanno dai 500 ai 900 mt. di altitudine. Le larve insidiatesi nelle gemme con galle dalle forme tondeggianti che  in questo periodo tendono ad ospitare 40,50 unità le quali iniziano ad svilupparsi nutrendosi ed indebolendo le piante attaccate, arrestandone lo sviluppo delle foglie e riducendo la crescita delle piante e la produzione di castagne.
L’autunno scorso , in Piemonte, la raccolta del frutto, che ha sfamato intere generazioni , nei periodi invernali, è diminuita del 50% portando ad un aumento di prezzi di vendita in modo notevole e obbligandoci ad importare da altre regioni il fabbisogno che normalmente veniva soddisfatto dalle nostre coltivazioni Regionali.
 
Il WWF Pinerolese/ Val Varaita, nel trentennale della sua fondazione, ha intrapreso, in collaborazione con il Comune di Cumiana,  sportello dell’Agricoltura di Cumiana, CAI di Cumiana,  gruppo Acea ( Impianto di compostaggio) e ” Naturalmente Cumiana”, un’ azione di informazione e lotta integrata contro l’insetto killer, inserendo sul territorio,da prima campionature di piante selezionate e particolarmente resistenti all’insetto .
Un grazie particolare all’ intervento del settore Fitosanitario della Regione Piemonte, il dott. Giovanni Bosio, con il quale, da alcuni anni, la nostra Associazione ha avviato una consulenza scientifica mirata a risolvere, da prima la moria delle Api ed ora combattere il Cynipide dei Castagni.
Lunedì 23 Aprile saranno eseguiti, per la seconda volta nel Comune di Cumiana, 2 lanci di un imenottero parassita del Cynipide, denominato Torymus sinensis Kamijo, che in 10 anni ha ridotto del 71%  la presenza del Cynipide sui nostri castagni, nei luoghi ove è stato introdotto. Questi lanci sono conseguenti al D.G.R. n.35/ 9264 del 5 Maggio 2003 che ha permesso l’attuazione del  programma attualmente ancora in corso. Si raccomanda ai proprietari di alberi di castagni di NON ESEGUIRE TRATTAMENTI INSETTICIDI, perchè sarebbero dannosi anche per il parassitoide che potrebbe già avere attivato la sua azione biologica a favore delle nostre piante e dei nostri boschi.

 Per informazioni o segnalazioni di presenza del Cynipide  contattare l’Ist.Fitosanitario Regionale al n.tel 011 432 3721 o direttamente il Dott. Bosio con un e mail:  [email protected]piemonte.it
 
 
Dott.Giovanni Bosio dell’Istituto Fitosanitario Regionale, e l’Ass. Agricoltura e Ambiente di Cumiana Carlo Salusso, di fronte al Municipio, col borsone contenente le provette con l’insetto anti-cynipide:
La liberazione dell’insetto anti-cynipide nei castagneti di Cumiana:

 
L’insetto anti-cynipide ” torymus sinensis”:

 
Rametto di castagno infestato dal cynipide:

 
Galla-nido con larve di cynipide:

Tags: , ,

I comments sono disabilitati.